Sign in

close
Create an Account

Shopping cart

close
Nuova Santa Rosa - loc.Malche - Giffoni sei Casali (SA) - tel. 089.880148 - fax: 089.881896

Azienda

Tradizione e innovazione

Dal 1985, la Nuova Santa Rosa ha fatto dell’artigianalità il suo punto di forza, divenendo oggi un’industria dolciaria rinomata e apprezzata in tutto il territorio nazionale ed all’estero. Tutti i processi produttivi e le materie prime sono studiati ed analizzati con cura per garantire prodotti eccellenti, capaci di soddisfare per formato, gusto e grammatura le esigenze e le tendenze del mercato nazionale e internazionale.

Distribuzione in tutta Italia

Con rispetto della tradizione e passione per la qualità, la Nuova Santa Rosa produce e distribuisce in tutt’Italia una vasta gamma di semilavorati da forno. Grazie ad un ampio parco automezzi è garantita una copertura capillare su tutto il territorio nazionale. I prodotti sono consegnati direttamente con autofrigo a temperatura controllata nel pieno rispetto della catena del freddo: l’unico modo per preservare il gusto, la fragranza e i sapori genuini dei prodotti Nuova Santa Rosa.
LA NOSTRA STORIA

Le origini:

La nostra ha inizio quattro secoli fa in Costiera Amalfitana, tra Furore e Conca dei Marini e precisamente nel convento di Santa Rosa. Il convento era abitato da monache di clausura e le religiose dovevano tenersi impegnate per evitare, il più possibile, contatti con l’esterno: coltivavano la terra, cucinavano il pane, si ingegnavano in ricette anche se, per la verità, le portate erano solitamente molto simili tra loro.

Un giorno, però, accadde qualcosa: suor Matilde, addetta alla cucina, si accorse di alcuni avanzi di semola bagnata nel latte. Naturalmente sarebbe stato un peccato buttarla via, dunque si adoperò per evitare lo spreco. La miscelò con ricotta, frutta secca e liquore al limone e la uso come ripieno tra due sfoglie, allungate con vino bianco e strutto, chiuse a ricordare la forma di un cappuccio di monaco: era nata la Santa Rosa.

Il dolce, infatti, riscosse non solo successo tra le altre sorelle ma cominciò ad essere offerto al popolo, in cambio di qualche moneta, per cui fu necessario dargli un nome e si scelse proprio quello del monastero dove era stato creato.
Quando Re Ferdinando di Borbone assaggiò per la prima volta una croccante sfogliatella preparata da Suor Matilde dell’antico convento di Santa Rosa, capì di aver trovato la chiave d’accesso alle Corti di tutt’ Europa: quante di quelle teste coronate avrebbero resistito a quella “machiavellica” tentazione? Quante alleanze si sarebbero create grazie a quello splendido ricamo profumato?

Ma c’era un problema! Suor Matilde era in clausura e mai e poi mai avrebbe potuto seguire Re Ferdinando nei suoi viaggi diplomatici: né, d’altronde, sarebbe stata cosa gentile per il Re invadere le cucine di quelle corti con i suoi cuochi. Non ci fu rimedio! Re Ferdinando dovette rinunciare a questo suo progetto proprio perché sapeva fin troppo bene che le “sfogliatelle” vanno mangiate croccanti.

Ma i tempi cambiano: dal 1985, la Nuova Santa Rosa s.r.l. distribuisce semilavorati surgelati da forno per pasticcerie e panifici in modo da assicurare in ogni parte del territorio nazionale un prodotto alimentare fragrante e assolutamente rispondente alle esigenze dei maestri dell’arte bianca. La vasta gamma di prodotti della Nuova Santa Rosa s.r.l. è consegnata a domicilio in tutta Italia con autofrigo a temperatura avvalendosi dell’ausilio di personale esperto pronto a rispondere a qualsiasi richiesta.

Certo, la storia non si fa con i se… ma se Re Ferdinando avesse avuto a disposizione i prodotti della Nuova Santa Rosa, chissà…
Antonio Botta
it_ITItalian
it_ITItalian
Scroll To Top

Utilizzando il sito web, accetti l'utilizzo dei cookie presenti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi